Banner intro

Cantare gli armonici, o cantare in armonia?

E’ sempre più comune trovare chi si approccia al “canto armonico” come via spirituale per trovare benessere e connettersi con i livelli più sottili del proprio essere. Il canto armonico infatti, è il canto che deriva dai suoni più puri esistenti in natura, si tratta di suoni dal forte fascino mistico, che chiunque può produrre.

Ma cosa si intende davvero con canto armonico? Significa che canto in armonia con la natura e gli altri? 

Canto armonico è formato da due parole, esaminiamole insieme:

canto:

  • In musica, melodia (successione di suoni con senso compiuto, con propria intonazione e ritmo)  eseguita con la voce, in successione di note.

armònico:

  • (Aggettivo)  Che risponde alle leggi dell’armonia, che ha o produce armonia. In musica, la combinazione gradevole all’orecchio tra due o più suoni .

Canto armonico è inoltre una delle tante traduzioni dall’inglese “overtone singing“: la traduzione corretta non è canto armonico, bensì “canto degli armonici”. Questo ha generato moltissima confusione tra chi si approccia al canto armonico, erroneamente interpretato come l’unione armoniosa di voci senza vincoli stilistici, ed il “canto armonico” che è invece il canto con cui si formano melodie utilizzando gli armonici della SERIE ARMONICA NATURALE.

La SERIE ARMONICA NATURALE è l’unica scala musicale matematicamente perfetta negli intervalli che la compongono, creata dalla natura e non dall’uomo. Questo significa che possiamo creare melodie musicalmente perfette se siamo in grado di riconoscere e combinare gli armonici fra loro.

Praticare il canto armonico produce sì, anche armonia e benessere. Ma quanti praticano il canto armonico in modo consapevole?

Cantare gli armonici senza riconoscerne la musicalità e matematicità, sarebbe come formulare delle frasi combinando casualmente parole di cui non si conosce il significato, sarebbe come utilizzare solo il 10% delle possibilità che il canto armonico (degli armonici) offre.

La SERIE ARMONICA viene onorata se espressa nel suo pieno potenziale, per farlo è necessario che ci sia una consapevolezza dell’enorme dono che la natura ci ha offerto.

Immaginate la Serie armonica come un lungo filo di seta, puoi tessere e intrecciare abilmente gli armonici per creare una meravigliosa trama, oppure puoi far passare il filo da una mano all’altra, da un dito all’altro, in modo del tutto casuale e inconcludente. Certo puoi godere della sensazione di morbidezza sulle dita, e questo può farti sentire bene, ma quanto sarebbe più efficace canalizzare la propria interiorità nella creazione consapevole di una melodia?

 

Ilaria Orefice (Sherden Overtone Choir)

Categorie:
Tag:
Gente:
Luoghi:
  Europa.

Hai qualcosa da aggiungere o commenti?
Search